martedì 22 ottobre 2013

LUCE E MATERIA

studio sutta le capanne du ripa specchia lecce


Galleria  d’arte Mentana
P.zza Mentana 2/3 r - 50122 Firenze
Tel. 055.211985 - Fax. 055.2697769
galleriamentana@galleriamentana.it

Luce e materia
Rassegna d'arti visive contemporanee: fotografia, tecniche miste e scultura

INAUGURAZIONE: Sabato 2 novembre 2013, ore 18.00

La Galleria D’Arte Mentana guidata e diretta da Giovanna Laura Adreani, opera nel cuore del centro storico di Firenze, sita nell’omonima piazza tra il Ponte Vecchio e la Galleria degli Uffizi. Oltre ad interessarsi di Artisti storicizzati, la Galleria si occupa di promuovere e divulgare nuovi talenti italiani e stranieri, nel panorama dell’Arte Contemporanea.

Disponiamo di uno Spazio Culturale adiacente la galleria per dare continuità espositiva agli Artisti che intendono rimanere in permanenza presso la Galleria d'Arte Mentana di Firenze.
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 25 Novembre 2013

ARTISTI IN  MOSTRA:
Vittorio Tessaro, Italia  “la Ballerina – Scultura”
India Blake,   U.S.A. “the heart of the west - Fotografia “
Giammaroo amici   Italia “infanzia rubata – Fotografia”
Natalia Kempowsky   Colombia “Size Matters? – Scultura”
Renzo Sbolci, Italia “Son le vite e le presenti e vive e le future a dare forma a ciò che siamo adesso tecnica mista “
Janice Alamanou, Gran Bretagna “Genesis elements - earth – Fotografia”
Bernard Hoyes, U.S.A. “Sweeping ribbons -Olio su tela”


Orario galleria: 11.00/13.00 - 16.30/19.30
Domenica e Lunedì mattina chiuso

ProssimoAppuntamento
Valori di continuità 14 Dicembre 2013

giovedì 10 ottobre 2013

Proroga della chiusura della mostra di Luigi De Giovanni - SUTTA LE CAPANNE DU RIPA - SPECCHIA LECCE - 31 ottobre 2013










Proroga della chiusura della mostra di Luigi De Giovanni - SUTTA LE CAPANNE DU RIPA - SPECCHIA LECCE - 31 ottobre 2013

La chiusura della mostra di Luigi De Giovanni, nello studio “Sutta Le Capanne du Ripa” Specchia (LE), Intitolata “Ritrovare il paesaggio”, curata dall’Associazione Culturale E20cult e allestita dall’Arch. Stefania Branca, verrà prorogata a giovedì 31 ottobre 2013 e si potrà visitare tutti i giorni dalle ore 17:00 alle 20:00
Contatti: Cell. 329 2370646

Luigi De Giovanni inconsciamente ha sempre conservato nel suo animo il profondo legame con la terra d’origine, ricca d‘ulivi e di sassi. Molte volte si è allontanato portandosi via sensazioni e turbamenti per poi ritornarvi e, ultimamente, fermarvisi più a lungo avvertendone l’afflato: quel soffio che gli fa scaturire l’impulso creativo immergendolo totalmente nel “suo” paesaggio.
“Il ritorno al paesaggio” è il racconto del luogo che gli appartiene, che sa suscitare in lui sentimenti d’amore e angoscia: di ricordi gioiosi e di grande dolore. Il ritorno al suo paesaggio lo riporta a immergersi nell’humus loci di una campagna che lo coinvolge sin nell’inconscio. Specchia si anima del Genius che suscita in lui sensazioni contrastanti che lo guidano a una conversazione silenziosa con il paesaggio e a pennellate sintetiche e gestuali che descrivendo il luogo raccontano l’Io dell’artista.
Per questa mostra ha scelto di dipingere due zone e di ciascuna ha colto lo spirito, le differenze e le similitudini. Gli ulivi e i muretti che emergono dalla terra rossa di “Magnune” si confrontano con quelli di Pajare Grassano, in un dialogo di colori che descrivono intimi tormenti di ricordi sfumati e percezioni ancestrali. I fusti della sofferenza nodosa di fatica e fame, i muretti a secco spogli e severi e la fertile terra rossa rubata alla roccia, si combinano in pennellate che sono sintesi del pensiero di chi ha voluto compenetrarsi totalmente nel paese amato, alcune volte sfuggito e oggi ritrovato con tutta la spiritualità in un afflato che sa di poesia. Luigi ha qui dipinto, con una furia quasi selvaggia, immergendosi nei colori carnalmente. Gli sono bastati pochi tocchi e la magia della pittura si è combinata in tagli dolorosi e armonie sognanti di un artista che ritrovando Specchia ha ritrovato la sua anima e la sua terra mai dimenticata.                                              Federica Murgia